Crockpot files: curry di manzo e ceci con couscous

La Crockpot è un oggetto straordinario; è la terza regina della mia casa dopo me e la gatta Signora Poutzerton, e pari merito con la lavasciuga.

Quello che questa pentola elettrica delle meraviglie fa, è “semplicemente” cuocere molto molto lentamente. Traduzione: ci metti dentro gli ingredienti al mattino, vai a lavorare, e quando torni trovi la cena pronta.

Ho comprato la mia crockpot, o slowcoocker su Amazon ed è stato veramente un acquisto eccellente.

I consumi sono ridicoli, l’utilità enorme!

 

Un’altra caratteristica importante della crockpot è che la cottura così prolungata rende la carne tenerissima, quindi è possibile sfruttare tagli di carne decisamente più economici che in genere al supermercato scartiamo perché con una cottura normale sarebbero troppo duri o gommosi.

Mai nella vita avrei pensato di comprare del “muscolo intero di bovino adulto”, eppure l’ho fatto, e il risultato è stato da leccarsi i baffi.

Essendo tipico dell’india, in genere le ricette a base di curry non prevedono carne bovina, bensì di pollo, ma vi assicuro che i sapori si sposano perfettamente. Questa ricetta è per due persone.

Vi serviranno circa 400gr di carne di bovino, scelta appunto tra i tagli adatti per l’umido; potete comprare il pezzo intero e tagliarlo voi a casa, con ulteriore risparmio, o acquistarlo già tagliato in pezzi grandi quanto quelli dello spezzatino.

Adagiate la carne al centro della crockpot; cercate di mantenerla piuttosto vicina, ma senza che i pezzi si sovrappongano. Aggiungete un po’ di cipolla tagliata o tritata sulla carne.

A questo punto tocca ai ceci, e sui ceci bisogna fare un discorso: se li avete comprati secchi, dovrete metterli a bagno la sera prima, scolarli bene e aggiungerli nella crockpot sopra la carne; se invece li volete usare in barattolo, saltate questo passo per ora. Verranno aggiunti dopo.

Irrorate la carne con 300 ml di brodo; va benissimo anche acqua e dado granulare, è mattina, siamo di corsa! Se non amate il dado, fate un mix di acqua e un paio di cucchiai di salsa di soia.

Mettete il coperchio e cuocete su LOW per circa 6 ore; la mia crockpot non ha il timer, perché posso contare su Santo Principe Consorte che la accende al momento giusto, ma se voi non potete fare altrettanto, spendete qualche euro in più e compratela con il timer, soprattutto se siete in due, perché i tempi di cottura delle ricette per due in genere non superano le 6/7 ore al massimo.

La cottura della carne nella crockpot si può verificare in maniera molto empirica: prendete una forchetta e infilatela nella carne; se si taglia senza problemi, la carne pronta. Ovviamente cercate di non alzare il coperchio, perché questo comporta un cambio di temperatura che allunga i tempi di cottura di circa 15/20 minuti ogni 5 minuti senza coperchio; tanto prima di 6 ore difficilmente sarà pronto!

Quando tornate a casa, dopo aver superato lo shock del profumo delizioso che sentite, date il tocco finale.

Cuocete in un’altra pentola il cous cous (o il riso basmati, se vogliamo riportare il tema indiano) seguendo le istruzioni della confezione, e unite alla carne i ceci in scatola; condite con un po’ di curry e cuocete ancora per circa 25/30 minuti su HIGH. Ovviamente mentre la cottura va avanti, voi non dovrete stare lì a girare, rimestare, assaggiare.

Potete apparecchiare la tavola, o fare la forma sul divano, come faccio io.

Una volta che il cous cous o il riso saranno pronti, aggiungetelo nella crockpot e aggiungete altro curry fino a raggiungere il livello di piccantino che preferite.

Se vedete che il cous cous assorbe tutto il liquido della crockpot e fate fatica ad amalgamare gli ingredienti, aggiungete un po’ di acqua calda.

Regolate eventualmente di sale, e godetevi la cena.

[NB: le foto originali della ricetta sono andate perse durante il trasferimento dal vecchio al nuovo dominio. Sorry 🙁 ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *