Thank you for smoking

Io fumo, sì.

Dall’età di 17 anni, e ho sempre rollato sigarette, come un vecchio col cappello e le bretelle.

Forse vorrei smettere, sicuramente dovrei smettere. Per ora, mi alleno con sporadiche giornate senza fumo.

Però, come nella migliore tradizione delle dipendenze, osservo gli altri fumatori come me e li vedo fare cose che io non farei mai.

Ieri al ristorante ho visto un uomo mollare la propria compagna al tavolo per andare a fumare. Piccolo dettaglio: lui aveva appena finito di ingozzarsi con i suoi bucatini, lei era ancora alle prese con la sua zuppa.

Per inciso, i bucatini erano sicuramente ottimi. Ma il sapore sarà svanito alla prima boccata.

Altro esempio: quelli che prima di scendere dalla metro o dal treno si preparano con sigaretta ed accendino.

Quelli che fanno aspettare gli altri davanti ad una porta o ad uno sportello perchè devono finire la sigaretta.

Quelli che la mattina non si fanno neanche il caffè prima.

Quelli che sono a letto, e non da soli, e dopo cominciano a smaniare per accendersi la sigaretta.

Quelli che si svegliano la notte per fare pipì, e già che son sveglio che faccio, non la dò una tirata?

Ripeto: io fumo.

E mi faccio scudo del vizio degli alti per soppesare il mio. Che gusto c’è a confrontarsi con i non fumatori?

Forse dovrei smettere… sarei comunque una rompipalle, ma almeno sarei virtuosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *