Ma il rifiuto umano, in quale campana va depositato?

Mi viene riportato il “caso” eclatante di una famiglia che si considera radicalmente ecologista.

Poichè vivono in un comune dove la raccolta differenziata non è attiva, loro si fanno carico di trasportare (in auto) la loro immondizia in un altro posto, dove possa essere smaltita o riciclata a dovere.

Fin qui tutto fico, vero?

No, perchè la famiglia di cui sopra a quanto pare viaggia su auto di grandissima cilindrata, che quindi sviluppano un quantitativo allucinante di CO2.

Queste stesse auto a benzina, ovviamente, consumano tantissimo, e non ci dimentichiamo che l’estrazione del petrolio, per quanto necessaria, non è certo un’attività “verde”.

Alla stessa famiglia piace illuminare a giorno il proprio enorme portico, con conseguente dispendio di energia ed inquinamento luminoso.

Delle altre attitudini, fortunatamente, non sono a conoscenza.

E purtroppo non so neanche chi sono, perchè saggiamente me ne sono stati taciuti i nomi.

Altrimenti mi sarebbe proprio piaciuto intavolare un dibattito.

E’ ovvio che questo genere di atteggiamento non solo è dannoso, ma esponenzialmente ipocrita.

E se la vogliamo dire tutta, mi piacerebbe anche capire dove la portano questa immondizia, perchè se la depositano in un altro comune di fatto stanno sfruttando un servizio che non pagano, visto che la TARSU è comunale (ergo doppiamente cretini).

Ma forse mi sono anche un po’ stufata di predicare. Vogliamo però provare a fare questo esercizio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *