When a woman loves some men

Mi confronto con amiche e conoscenti di ogni età e latitudine, e il lamento comune è riferito alle proprie relazioni con gli uomini.

Gli epiteti si sprecano, da “cialtroni sentimentali” a “brutti maiali” passando per “io sono la donna per lui, ma lui ancora non l’ha capito”.

Certo, forse siamo sfigate, o forse non sappiamo proprio scegliere. Certo è che bene non siamo messe.

Eppure, io li amo così tanto gli uomini. Il mio amico Skanf mi chiese tempo fa di scrivere un post sul suo blog, in risposta al suo che si intitolava “un po’ di fango sulle donne”. Io c’ho pensato per giorni, ma poi conclusi che non potevo farlo, perchè non riuscivo a gettare un po’ di fango sugli uomini.

E dire che pochi giorni prima ero stata mollata dopo aver ricevuto in bonus anche un bel paio di corna.

Quindi i presupporti per uno sfogo di rabbia atavico c’erano tutti.

Ma non potevo, perchè a riequilibrare un uomo-lombrico avevo intorno a me una rosa di uomini splendidi, che sono stati forse quelli che maggiormente mi hanno aiutata a superare la botta, con una discreta dignità.

Il mio amico storico Stefan-one, il mitico Aldo, il grandissimo Luca.

E last but not least Stefano, che poi è quello, seppur lontano, che mi ha aiutata più di tutti sopportando interminabili e lacrimose telefonate, tirandomi su quando anche la sua di vita andava maluccio, e vivendo in differita tutti i passi che mi hanno portata dal baratro alla vetta.

Loro quattro sono stati la mia rosa dei venti.

Certo, anche adesso un uomo non ce l’ho, non ho di certo raggiunto il nirvana, e non sono in generale proprio al top della mia forma.

Ma per le donne è difficile.  E continuerà ad essere difficile fino a quando continueranno ad amare gli uomini.

I quali in fondo, sono comici spaventati guerrieri, e come fai a non amarli?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *